- Chi mi vuole beme mi corre dietro! (mi cerca)

- Chi prende in giro resta preso in giro!

- Se fai una gentilezza aspetti una gentilezza!

- Chi si lamenta (piange) frega chi ride!

- Chi vuole il male di questa casa deve crepare prima di entrare!

- Fa pi male l'invidia (gli occhi) che i colpi di fucile!

- Dove c' gusto non c' perdita!

- Il pesce grande mangia il piccolo!

- La vecchiaia una brutta bestia! (ci toglie le forze)

- Ntane, Ntane, il rotto (malato) porta il sano! (sulle spalle).
- Nessuno nasce che sa gi tutto!

- In tempo di tempesta ogni pertugio porto!

- Oggi tocca a me domani tocca a te!

- Parli del diavolo e spuntano le corna!

- Senza soldi non si cantano messe!

- Se il lavoro fosse buono lo farebbero i preti!

- Si dice il peccato e non il peccatore!

- Un padre alleva cento figli, ma cento figli non  accudiscono un padre!

- Cresci figli, cresci porci! (non ti saranno riconoscenti)

- Chi va per mare questi pesci piglia! Accontentati!

- Sant'Antonio abate, botti e suoni, acqua e neve quanta ne vuoi! (piove e fa freddo!)
Pablo Software Solutions
Sei in: S.Lucia / proverbi 2
- Mangi 'n terra e ti strigh 'ncollo.

- Ptre e figli parint allscch.

-Dice 'u ditto antico: meglio 'a scorza che a mullca.

- Piglia 'u rizz, acchiappa 'u rizz, ghito 'u cfl rint 'a rezza.

- Na femmena e na papera arruvutaine Napule.

-
Fa scemo pe' nun ghi 'a guerra.

- Pascale saglie p trppt e scnn pa' scale.

- U' purco s' sonna i crz.

- Frvre curt e amaro, marz pazz.

50 - Si marz nghgna t fa schizz l'ogna, si ngrifa t fa lev 'a cammisa.

- E' cort e' male 'ncavata.

- A Napule fann i strumml e a Salirn i vann a vnnr.

- Comm so' fss l'ummn ca vann appriss i fmmn.

- E' lungh e v a coglie i fiche, corta pu' marito.

- 'U pesce fta da cpa.

- Pure i pllece tnane 'a tossa.

- 'U srece iett nu juorno 'u mulin e addvntaie mulnare.

- E' pzzrill (pccirillo) e pesa.

- Quanno si 'ncunio statte, quanno si martiello vatt.

- 'U vin sta bbuono dint 'a vtt.

- So patre e s padrone aggio tuorto e voglio ragione.

- Marzo i givani l'arrma e i viecchie l'ammzze.

- Aprile a vecchia chiagne e 'u viecchie rire.

- Vutt fruscio e piglia primera.

- Lietto stritto curcht 'a miezzo.

- 'A iatta p fa ambrssa factte i figli cecti.

- San Francisco diceva: R nu vascutt a chi t vtt i prte.
- Chi lascia a via vecchia p' nova sape che lascia e nun sape che trova.
- Palma 'nfsa terra gransa!
 
PROVERBI E DETTI POPOLARI


Lo scritto un compromesso tra il far comprendere il senso della frase e il parlato corrente che non ha vocali finali
Mangi seduto per terra e ti pulisci (la bocca) coi vestiti ovvero sei un poveraccio.
Padre e figli parenti lontani

Dice il detto antico: meglio la scorza che la mollica

Piglia il riccio, acchiappa il riccio, andato il cefalo dentro la rete

Una donna e una papera misero in subbuglio Napoli

Fa lo scemo per non andare in guerra

Paquale sale per il treppiede e scende per la scala

Il maiale sogna le ghiande

Febbraio corto e amaro, marzo pazzo

Se marzo s'impunta ti fa schizzare l'unghia (per il freddo), se si arruffa ti fa levare la camicia

E' corta e male incavata! (E' una donna perspicace)

A Napoli fanno le trottole e a Salerno le vanno a vendere
Come sono stupidi gli uomini che vanno appresso  alle femmine (le corteggiano insistentemente)
Se lungo va bene per raccoglere i fichi, se corta va bene per un marito
Il pesce puzza dalla testa

Anche le pulci hanno la tosse (la forza del branco)

Il topo and un giorno al mulino e divenne mugnaio

E' piccolo e pesa (non ti fidare delle apparenze)

Quando sei incudine stai, quando sei martello batti

Il vino sta bene nella botte (a proposito di una scemenza detta)
Sono padre e sono padrone, ho torto e voglio ragione
Marzi, i giovani li domina e i vecchi li ammazza.

- Aprile la vecchia piange e il vecchio ride

- Nel gioco del tressette metti nulla, fruscio, e prendi primera, il punto
- Letto stretto coricati un mezzo (arrangiati)

- La gatta per fare presto fece i figli ciechi

- San Francesco diceva: dai in biscotto di pane casereccio a chi ti tira le pietre
- Chi lascia la via vecchia per la nuova sa cosa lascia e non sa cosa trova.
- Domenica delle Palme bagnata terra ricca di grano!

- Chi m' vo' bene appriesso m'  vne!

- Chi cffea resta cffiato!

- Azione fai, azione aspetti!

- Chi chiagne fotte a chi rire!

- Chi vo' male a chesta casa add crep prima ca' trase!

- Cgliene ch l'uocchie ca' i scppttate!

- Dove c' gusto nun c' perdenza!

- 'U pesce gruosso s mangia u' piccirillo!

- 'A vecchiaia 'na brutta bestia!

- Ntne, Ntne, 'u rutt port 'u sane!

- Nisciuno nasce 'mparto!

- 'Ntimp i tempesta ogni pertso porto!

- Oggi a me dimne a te!

- Parl ru rivle 'e spuntn 'i corn!

- Senza srdi nun s cantn mss!

- Si a fatica foss bna a facessero i privt!

- Si dice 'u peccato e nun 'u pccatore!

- Nu ptre campa a cint figli, cint figli nun campano 'a nu ptre!

- Crisci figli, crisci purch!

- Chi va p mare chisti pisci piglia!

90 - Sant'Antuono maschre e suoni, acqua e neve quanta ne vu!